CAMPANILI SICILIANI (di Giuseppina Sciortino)

Viaggio con Mario Grasso nella Trinacria di ogni testa è tribunale, dei dialetti, soprannomi, proverbi e isole linguistiche.
Con nota critica in bandella di Laura Rizzo.
Collana Confronti
pagg.184
anno 2021

ISBN 978-88-6282-240-4

Libro-intervista con MARIO GRASSO.

Campanili Siciliani ha inizio con il saggio di Giuseppina Sciortino sull’opera in dialetto “Vocabolario siciliano” del poeta bilingue Mario Grasso, noto come intellettuale  autore di studi sulla paremiologia siciliana e sui “pecchi” (soprannomi) caratteristici  locali. Al saggio sul “Vocabolario” la Sciortino fa seguire una intervista, proponendo allo studioso venti domande sul dialetto della sua Isola e sulle caratterizzazioni che lo distinguono per non avere koiné, mancanza di coniugazione di verbi al futuro e altre particolarità. La domanda più impegnativa è quella finale, con la quale la Sciortino chiede all’intervistato un campionario di soprannomi tra i più curiosi, bizzarri, e comunque definitori, che la voce popolare ha assegnato nel tempo a persone e personaggi abitanti nelle città delle nove province della Sicilia. Ne è scaturita una vera  e propria “enciclopedia” di pecchi, cioè di quel genere di alias che, a memoria storica, sono stati da sempre aggiunti dalla voce popolare alle generalità anagrafiche di persone e personaggi per definirne un tic o una celebrazione, come in epoca romana per Scipione (detto l’Africano). Un libro singolare sotto molteplici aspetti, perché Mario Grasso non si limita a riportare il “pecco” ma ne commenta significati e origini anche filologiche, oltre che della loro scaturigine ispirata da bullismo o da non sempre benevola intenzione di chi, specialmente nei piccoli comuni dove tutti si conoscono, offre al passaparola popolare locale una seconda identità della persona destinataria della ’ngiuria, peccu, alias o soprannome che definir convenga. Questa è la risposta che occupa due terzi del libro. I lettori, infatti, trovano tra le altre diciannove risposte alle altrettante intelligentissime domande della Sciortino, una messe di informazioni storiche, letterarie, paremiologiche, etimologiche, su altrettante occasioni che arricchiscono di singolare valore questo prezioso Viaggio tra campanili siciliani.

32 le foto con immagine delle città visitate.

Recensioni

Recensisci per primo “CAMPANILI SICILIANI (di Giuseppina Sciortino)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *