BRETELLINE ROSSO SANGUE: ovvero il caso Fuschi (di Salvatore Genovese)

15,00 IVA Inclusa

romanzo

Collezione Nuove Tressule

con nota critica in quarta di copertina di Giuseppe Traina

COD: ISBN 978-88-6282-192-6 Categoria:

Descrizione

Questo romanzo di esordio di Genovese compie una ricostruzione storico-romanzesca di una vicenda verificatasi nell’entroterra siciliano, a Vittoria, negli anni tra il 1946 e il ’47, sconvolgenza l’opinione pubblica nazionale.

Da una nota critica di G. Sottile:

“L’episodio è un noto, allora, caso di cronaca che ha sensibilizzato, e mobilizzato, l’Italia intera: il rapimento di Alfredo Fuschi, bambino di 4 anni, figlio del titolare di un fiorente bar di Vittoria, allo scopo di estorcere alla famiglia quanto più denaro possibile; rapimento a opera di tre delinquenti “comuni”, Salvatore Affè, Giovanni Solarino e Giovanni Cilia, di cui il primo, promotore dell’iniziativa, aveva lavorato come banconista proprio in quel bar: «“Viriti ca ‘u cafè ‘i Fuschi è ‘n puzzu senza funnu”». E via con il piano e il suo dispiegamento che l’Autore, Salvatore Genovese, nel suo romanzo d’esordio intitolato “Bretelline rosso sangue, ovvero il caso Fuschi”, ci racconta con maestria e dovizia di particolari, forte della nutrita documentazione di cui si è servito e che nel tempo, tra verbali delle forze dell’ordine e articoli di giornale, si è accumulata andando a costituire vera e propria fonte storica. (…) Salvatore Genovese, con un linguaggio semplice, diretto e asciutto, aggancia il lettore con immediatezza riuscendo anche a coinvolgerlo emotivamente, avvicinandolo allo stato d’animo di ogni personaggio” (Vai alla recensione).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “BRETELLINE ROSSO SANGUE: ovvero il caso Fuschi (di Salvatore Genovese)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *